Sogno di una biennale di fine estate (1982)

Testi di Alberto Ongaro

Disegni di Hugo Pratt

Spin-off composto da 26 strisce e un’illustrazione finale apparsa sul quotidiano “La Repubblica” dal 28 agosto 1982 (2 strisce giornaliere).

Invitati al Festival del cinema di Venezia di quell’anno, i due Autori approntano questo “divertissement” che vede Rasputin ingaggiato da due loschi compari per sabotare l’attuale organizzazione. Rasputin chiede l’aiuto di Corto Maltese che non è però interessato alla cosa. Quindi Rasputin agisce da solo e ruba tutte le “pizze” (intese nel senso delle pellicole) dei film in concorso, ma in un’azione successiva viene stordito e imprigionato dai due ambigui figuri iniziali. A liberarlo e a ritrovare le “pizze” rubate ci penseranno Lauren Bacall e lo spirito di Humphrey Bogart, chiamati a tale compito dall’organizzazione del Festival.